Dicembre 2010 PAOLO PARENTE espone in LiberaMente "MAGIA DEL TERRITORIO"



PAOLO PARENTE

Magia del Territorio

Dipinti, grafiche, libri

L’amore di un pittore toscano
nei confronti della Brianza

Inaugurazione mostra

Sabato 11 DICEMBRE 2010 ore 17.00

L’artista sarà presente per incontrare il pubblico

Segue aperitivo – Ingresso libero

LiberaMente

Via G. Longoni, 27/29

Oggiono (Lecco)

La mostra si potrà visitare fino al 9 gennaio 2011

Salgo a Montevecchia di buon mattino,

Acropoli di Brianza, cortese

la descrive Paolo livornese

puro, innamorato del rosmarino…

Renato Ornaghi, Brianza Occidentale

Così, in questo sonetto, il poeta di Monticello e inventore del Cammino di Sant’Agostino,
“dipinge” sinteticamente il legame
tra l’amico pittore e la Brianza.

Una Brianza che già fu “cantata” da Leonardo, Parini, Marco d’Oggiono, Manzoni,

Morlotti, e Gadda.

Quella Magia del Territorio fatta di
granturco, statue di arenaria, colline, ville di delizia, rari vigneti, cascine, santuari,

ma anche di
rose, pesche, casotti, fichi

e ancora
le Grigne, il Resegone, il San Martino
.

Immagini osservate, rielaborate, sublimate di una Brianza che sprigiona una nuova Bellezza, trasfigurata grazie alla maestrìa pittorica di Paolo Parente, con i suoi corposi impasti e le sue sottili trasparenze, dai colori veri e naturali.

Parente ci restituisce, in tal modo, tutta la

Magia del Territorio.

PAOLO PARENTE,

nato a Livorno nel 1954, vive in Brianza dal 1987.

Ha compiuto gli studi artistici a Firenze, ha realizzato gli affreschi nella chiesa di Zermatt , il ciclo “Gioco I” nell’Agenzia Ippica di Monza e ha esposto in gallerie e musei come:

Museo Pecci (Prato), Museum of Art (Kyoto), Galleria Peccolo (Livorno), Palazzo Ruspoli (Roma) e Villa Litta (Lainate).

Nel 2010, il regista fiorentino Riccardo Valesi gli ha dedicato un documentario che si intitola “Come nasce un pittore”.

Vive a Missaglia(Lecco) in una casa-studio che si è costruito ispirandosi alla bioarchitettura.

La sua pittura è caratterizzata da una ricerca continua, documentata dai suoi diversi periodi.

Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero.

Oltre a dipingere, Parente scrive, insegna, organizza eventi culturali, tiene corsi e conferenze.

Domenica 19 Dicembre 2010-VETRINA DEGLI AUGURI, TUTTI IN VETRINA


VETRINA DEGLI AUGURI

“TUTTI” IN VETRINA

…naturalmente…da…LiberaMente


DOMENICA 19 Dicembre

per “rimarcare” l’atmosfera del Natale imminente abbiamo pensato una giornata

NO-STOP, dalle ore 9:00 alle ore 21:00

di lettura di fiabe, di storie, di poesie natalizie e di scambi di auguri

I lettori si alterneranno all’interno di una delle vetrine della Libreria che sarà appositamente attrezzata con microfoni e altoparlanti in modo che il pubblico possa seguire la lettura dall’esterno e nello stesso tempo vedere come una sorta di “grande fratello”, chi sta leggendo

Chi saranno i lettori? Ognuno di noi, di voi, potrà partecipare a questa kermesse, adulti ma anche e soprattutto i bambini, nella veste di semplici lettori, oppure di autori, portando in Libreria una loro storia, oppure semplicemente per fare gli auguri a chi vogliamo bene, a chi volete bene.

Aspettiamo tutti indistintamente nella vetrina di LiberaMente: il Sindaco e il Parroco, il bambino di prima elementare che ha appena imparato a leggere, l’insegnante, la nonna, il papà che dedica la sua storia al proprio bambino, gli innamorati che vogliono scambiarsi gli auguri di Natale…

Pensate che grande regalo! E CHE BELLA SORPRESA…in diretta

Tutti coloro che vogliono partecipare devono semplicemente rispondere utilizzando la mail lib.liberamente@virgilio.it oppure venire in Libreria LiberaMente per prenotare l’orario preferito.

Giovedì 18 NOVEMBRE - Le storie dietro le canzoni di De André


Cari amici di LiberaMente siete tutti invitati in Libreria per una serata di musica e parole nel ricordo di Fabrizio De André

GIOVEDI 18 Novembre 2010

Ore 21:00

L’incontro è con WALTER PISTARINI, autore del libro “IL LIBRO DEL MONDO, le storie dietro le canzoni di Fabrizio De André” – ed. GIUNTI da pochissimo in libreria.

Sarà curioso conoscere e riscoprire il grande cantautore e poeta Fabrizio De Andrè, capire i possibili significati delle sue canzoni sapendo cosa c’era dietro, ricostruire il filo logico che gli permisero di fare testi e di lasciarci canzoni immortali come La guerra di Piero, La canzone di Marinella, Rimini, Creuza de ma’, Il pescatore, La canzone dell’Amore perduto...

Walter Pistarini ci racconterà come, con pazienza certosina, per 40 anni, ha provato a raccogliere tutti gli indizi che potevano aiutarlo andando alla ricerca di interviste, articoli, leggendo libri, riprendendo registrazioni delle stesse parole di Fabrizio De André con cui a volte anticipava i suoi brani durante i concerti. Un grande aiuto lo ha avuto anche da Internet, grazie al sito da lui ideato www.viadelcampo.com (uno dei più noti su De André) aggiornato costantemente con preziosi contributi di studiosi e appassionati.

Una serata, un’occasione dove anche noi potremo dire la nostra …D’altra parte, lo stesso Fabrizio ebbe a dire: “Un tempo dentro le mie canzoni tutti ci leggevano di tutto, anche le cose che non c’erano, ma era giusto così: una volta scritta, la canzone non deve più appartenerti e vanno bene anche dieci interpretazioni diverse”.

Una serata di parole, ma anche di musica perché sarà presente con la sua chitarra RENATO FRANCHI della band “L’Orchestrina del suonatore Jones”…capace sempre e caparbiamente di andare in direzione ostinata e contraria.

CROMATISMI E INCANTI - Mostra personale di GIUSEPPE ALDEGHI, "Alpe"


Mostra del mese di NOVEMBRE
CROMATISMI e INCANTI
Dal 2 al 30 Novembre 2010, LiberaMente ospiterà la mostra personale del Pittore Giuseppe Aldeghi (firma ALPE).
Il Pittore oggionese mette in mostra le ultime opere che denotano una fase artistica in continuo movimento. Una serie di proposte inedite e originali che vanno dal filone impressionista, al cromatico informale fino al figurativo moderno.
La mostra è visitabile tutti i giorni negli orari di apertura della Libreria LiberaMente

EMILIO MAGNI - Storia di cascine, storie in cascina - 18 Ottobre 2010



Cari amici di LiberaMente, come vi avevo anticipato, si avvicina una settimana veramente eccezionale dal punto di vista culturale a OGGIONO! Ogni sera un evento. Un’occasione per tutti coloro che amano la storia, le tradizioni e il dialetto del nostro territorio per lasciare la televisione spenta e uscire, perché no, tutte le sere.

LE CASCINE

Immagini di un passato che si racconta

Sala riunioni – Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Brianza

Filiale di OGGIONO – Via Lazzaretto, 15/a

E’ il titolo del progetto. Le cascine, un tempo simbolo vissuto della Brianza, poi quasi totalmente rinnegato per essere radicalmente sostituito dalle fabbriche e da una nuova urbanizzazione. Ora al contrario, la visione di quel tempo non solo dal punto di vista paesaggistico, ma anche come stile di vita è cambiata, tanto che potrebbe essere progetto per il nostro futuro.

LUNEDI 18 Ottobre alle ore 20:30 la serata sarà caratterizzata dal racconto orale.

STORIE di CASCINE, STORIE in CASCINA

La gente, una volta, non era bombardata da tanti stimoli come oggi e doveva trovare da sola il modo per uscire dal tran tran quotidiano, per entusiasmarsi, per viaggiare con la fantasia. L’occasione poteva essere anche il chiacchierare o il raccogliersi intorno a qualcuno che raccontava storie.

I luoghi potevano essere, in un passato più passato le stalle o la “funtana” dove le donne si trovavano a lavare i panni ma anche a scambiarsi notizie e pettegolezzi, oppure più di recente le osterie o la piazza del “mercàa”.

L’intento di questa serata è quello di ricreare l’atmosfera di quei momenti che fino all’avvento della televisione erano così frequenti.

Ma com’erano le storie di quel tempo ormai passato? In aiuto ci viene l’ospite di questa sera Emilio Magni, giornalista e scrittore erbese, testimone con i suoi ricordi personali, grande cerca storie e attento ricercatore delle tradizioni del nostro passato. E mentre non ci si stanca di dire che il dialetto sta morendo, Magni con i suoi libri ci dice che non è vero. Come uno straordinario vigile urbano dell’anima cataloga, classifica archivia un mondo linguistico che fu del Porta di Tessa e di Franco Loi, che ha affascinato grandi scrittori come Carlo Emilio Gadda o Giuan Brera e continua a far impazzire Alberto Arbasino.

Emilio Magni, giornalista professionista, è stato redattore a “La Provincia di Como” e a “Il Giorno”. Appassionato della sua terra, la Brianza, ma anche di viaggi in terre lontane, ha scritto numerosi saggi sulle tradizioni popolari brianzole e un reportage nel Sud-Est asiatico sul traffico internazionale di droga.

Con Alessandro DOMINIONI Editore ha pubblicato “L’è tua, l’è mia, l’è morta a l’umbrìa”.

Con Mursia ha pubblicato “Il dialetto dei mestieri”(2007), “Ciumbia che bèla tusa” (2008) e “Storie di paese – Quella bettonica della Rosetta” (2009)

Mostra mese di OTTOBRE - L'Impressionismo di PIETRO RESTELLI


L’Impressionismo di PIETRO RESTELLI

Mostra in Libreria LiberaMente

Dal 4 al 30 OTTOBRE 2010

Pietro Restelli pittore accademico, è nato il 3 novembre 1934 a Lecco dove vive .

Da alcuni anni opera a livello professionale nel campo della pittura, partecipando a concorsi e rassegne.

Autodidatta, appassionato di disegno fin dai tempi delle elementari, per motivi contingenti di lavoro e famiglia, non può dedicarsi alla pittura che a vent'anni.

A quell'età diventa maestro di sci, e quindi a stretto e continuo contatto con la natura, fa si che la passione latente esplode.

Le tele nascono e si susseguono nel continuo stimolo di un paesaggio che Restelli ama profondamente. Nella natura montana trova continuamente ispirazione, turbamenti e gioie che trasporta sulle tele, delineando con poetica verità ciò che il suo animo pieno d'amore ha dentro.

Quadri sereni di un pittore che dice “ la pittura e la montagna hanno reso la mia vita piena”.

Guardando le sue opere è facile credergli proprio per quella pacatezza che comunicano, quella felicità primaria che contengono, per la stesura tranquilla e attenta, per quella capacità di gustare il mondo. Quella sorta di silenzio che porta alla contemplazione, indispensabile condizione per stabilire un dialogo intenso con la natura, per immergersi in essa. L'uomo non compare quasi mai per scelta voluta. Per non togliere incanto allo spettacolo naturale, per poter cantare in completezza, la felicità scoperta di uno scorcio incontrato nel ritorno di un dolce tramonto, per un lago rilevato dalle luci di una magica alba.

Paesaggi scanditi nella loro essenza, semplici e quindi ricchi di umori, poeticamente colti e cosi riportati su tela.

LE CASCINE immagini di un passato che si racconta - dal 16 al 25 ottobre 2010

Cari amici di LiberaMente, in occasione della storica fiera Oggionese “UL FERON” che si terrà dal 16 al 25 OTTOBRE, vi segnalo una settimana intera di iniziative culturali che hanno l’intento di valorizzare l’avvenimento e in qualche modo ricreare atmosfere e ricordi di un passato che è radice del nostro presente.

LE CASCINE

Immagini di un passato che si racconta


SABATO 16 Ottobre 2010

Ore 20:30 Presso la SALA CONVEGNI della Banca di Credito Cooperativo di Via Lazzaretto – OGGIONO

INAUGURAZIONE Mostra fotografica “IMMAGINI DI UN PASSATO CHE SI RACCONTA” – FOTO CLUB RICERCA E PROPOSTA

Esposizione di pitture e sculture “LE CASCINE ENTITA’ RURALI ORMAI SCOMPARSE”

Libri

INTERVIENE Prof. VIRGINIO LONGONI

La mostra rimarrà aperta fino al 25 OTTOBRE 2010

DOMENICA 17 Ottobre 2010 (orario mostra 10-12, 16-18)

VISITA su prenotazione al MUSEO ETNOGRAFICO ALTA BRIANZA di Camporeso a GALBIATE

Sono previste 3 visite:

Ore 09:00

Ore 14:00

Ore 16:00

Il mezzo di trasporto è messo a disposizione dal Comune di OGGIONO

RITROVO Piazza GARIBALDI

PRENOTAZIONI Presso la Libreria LiberaMente di Via G. LONGONI

COSTO Euro 5

LUNEDI 18 Ottobre 2010 (orario mostra 10-12, 20-23)

Ore 20:30 Presso la SALA CONVEGNI della Banca di Credito Cooperativo di Via Lazzaretto – OGGIONO

Il giornalista scrittore EMILIO MAGNI presenterà “STORIA DI CASCINE – STORIE IN CASCINA”

MARTEDI 19 Ottobre 2010 (orario mostra 10-12, 20-23)

Ore 20:30 Presso la SALA CONVEGNI della Banca di Credito Cooperativo di Via Lazzaretto – OGGIONO

PROIEZIONE del film di ERMANNO OLMI: “L’ALBERO DEGLI ZOCCOLI”

INTRODUCE il film l’esperto CLAUDIO RAVASI

MERCOLEDI 20 Ottobre 2010 (orario mostra 10-12, 20-23)

Ore 20:30 Presso la SALA CONVEGNI della Banca di Credito Cooperativo di Via Lazzaretto – OGGIONO

PASQUALE REDAELLI presenta un documentario sulla PECORA BRIANZOLA

Relatore Prof. MICHELE CORTI, ruralista e docente all’Università degli Studi di Milano

GIOVEDI 21 Ottobre 2010 (orario mostra 10-12, 20-23)

Ore 20:30 Presso la SALA CONVEGNI della Banca di Credito Cooperativo di Via Lazzaretto – OGGIONO

INTERVENTO conclusivo Prof. VIRGINIO LONGONI

LETTURA poesie in dialetto MARISA GABBIONI accompagnata dalla BANDA MARCO d’OGGIONO di OGGIONO

…segue RUSTICO, MA EGREGIO RINFRESCO!

VENERDI 22 Ottobre 2010 (orario mostra 10-12)

SABATO 23 Ottobre 2010 (orario mostra 10-12, 16-18)

DOMENICA 24 Ottobre 2010 (orario mostra 10-19 continuato)

LUNEDI 25 Ottobre 2010 (orario mostra 10-12, 14-17)

TUTTE le serate saranno introdotte dal Gruppo Teatrale di OGGIONO “MINI MAIOR”

GIALLO al MANZONI - Venerdi 8 Ottobre



…GIALLO AL MANZONI!

Cari Amici di LiberaMente, avete letto bene! Ma non preoccupatevi, nessun mistero all’Ospedale MANZONI di Lecco.

Voglio rendervi partecipi di una particolare iniziativa che si terrà presso l’Ospedale Cittadino organizzata dall’ Associazione BiblioHospitalis che da anni utilizza il libro per stimolare il contatto umano in Ospedale, dall’ Azienda Ospedaliera Ospedale di Lecco con la collaborazione della Libreria LiberaMente di OGGIONO.

L’’Ospedale è parte attiva della città e l'esperienza a volte negativa di un periodo di degenza è bene che non condizioni le proprie abitudini ed i propri interessi, anche quelli culturali.

Anzi il soggiorno in ospedale può essere un’opportunità per riappropriarsi di momenti “speciali” che nella quotidianità a volte trascuriamo a causa dei troppi impegni, dei ritmi di lavoro, delle giornate troppo brevi, ecc. si è pensato di ricreare nella Hall dell’ospedale un vero e proprio “Caffè letterario” con tanto di scrittori che non solo presenteranno i loro libri, ma con cui degenti, maestranze e tutti coloro che vorranno partecipare, potranno scambiare opinioni o porre domande.

In questo primo incontro gli scrittori sono due, entrambi scrittori di gialli, entrambi lecchesi: ERMINIO BONANOMI e ENRICO RIGAMONTI.

Erminio Bonanomi è nato a Merate (LC) nel 1968. Lavora nel campo della ristorazione e dedica parte del proprio tempo alla scrittura. Ha pubblicato numerosi libri, tra cui: Parole al muro (Bellavite editore), Traghetti sull’Adda (Marna edizioni), La carta d’identità di Gesù (A.car edizioni), Il Codice Gioconda (Fede e Cultura), L’ultimo desiderio (A.car edizioni). Di recente ha pubblicato il thriller L’imbalsamatore (Bellavite editore) ambientato a Merate e nel Lecchese.

Enrico Rigamonti è nato nel 1960 ad Annone di Brianza, dove vive. Svolge la professione di avvocato a Lecco.

Per i tipi del Gruppo Albatros Il Filo ha già pubblicato i romanzi Delitto nella radura (2006) e Le certezze dell’evidenza (2007). Nel 2008 è uscito inoltre il racconto storico fantastico Terra, Passione, Avventura, Enigma – Vita di Giovanni da Annone. Ultima fatica dell’Avvocato-Scrittore La verità parallela (Albatros-Il filo)


BiblioHospitalis

Associazione di volontariato per la lettura in ospedale

invita all'incontro che si terrà

al "Caffè Letterario" recentemente istituito presso l'Ospedale Manzoni

Saranno presenti gli scrittori “giallisti”

ERMINIO BONANOMI

Autore de “L’IMBALSAMATORE”

ENRICO RIGAMONTI

Autore de “LA VERITA’ PARALLELA”

VENERDI 8 Ottobre 2010

ore 18:00

Hall del Manzoni

INGRESSO LIBERO

Presentazione corso di TRAINING AUTOGENO - MERCOLEDI 22 Settembre


TRAINING AUTOGENO AD OGGIONO
SERATA DI PRESENTAZIONE CON INGRESSO GRATUITO
Mercoledì 22 SETTEMBRE 2010
ore 21:00
presso la
Libreria LiberaMente
via G. Longoni 27/29 ad OGGIONO


Cos'è il training autogeno?
Su quali principi fisiologici si basa?
Quando è utile apprenderlo?

Durante la serata si illustreranno scientificamente le potenzialità di questa tecnica di rilassamento

Interverrà la D.ssa CATHIA ALDEGHI (Psicologa)
tel. 349 3572072
E-Mail aldeghicathia@tiscali.it
Web www.psiche-benessere.it


ANDREA VITALI in LiberaMente VENERDI 17 Settembre


Cari amici della Libreria LiberaMente, le vacanze sono finite. Spero che ognuno abbia avuto la possibilità di ricaricarsi fisicamente e spiritualmente.

Anche LiberaMente riparte con nuove iniziative culturali.

La prima sarà un’occasione importante per conoscere uno dei più grandi scrittori italiani, un grande narratore.


VENERDI 17 Settembre Ore 20:30

Incontro con

ANDREA VITALI

ANDREA VITALI è nato a BELLANO nel 1956. Ha pubblicato IL MECCANICO LANDRU (1992), APARTIRE DAI NOMI (1994), L’OMBRA DI MARINETTI (1995, Premio Piero Chiara), L’ARIA DEL LAGO (2001) e, con GARZANTI, UNA FINESTRA VISTA LAGO (2003, premio Grinzane Cavour 2004, sezione narrativa, e premio letterario Bruno Gioffrè 2004), UN AMORE DI ZITELLA (2004), LA SIGNORINA TECLA MANZI (2004, premio Dessì), LA FIGLIA DEL PODESTA’ (2005, premio Bancarella 22006), IL PROCURATORE (2006, premio Montblanc per il romanzo giovane 1990), OLIVE COMPRESE (2006), IL SEGRETO DI ORTELIA (2007), LA MODISTA (2008, premio Ernest Hemingway), DOPO LUNGA E PENOSA MALATTIA (2008), ALMENO IL CAPPELLO (2009, Premio Casanova; Premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante; Premio Campiello selezione giuria dei letterati; finalista premio Strega) e PIANOFORTE VENDESI (2009). Nel 2008 gli è stato conferito il premio letterario Boccaccio per l’opera omnia. Ultima “fatica” il libro LA MAMMA DEL SOLE (2010)
Il suo sito è: www.andrevitali.net

Sabato 26 GIUGNO-Sabato 3 LUGLIO Settimana del Giallo Brianzolo con Erminio Bonanomi e Enrico Rigamonti



…CHI SOFFRE di CUORE o d’INSONNIA, NON CONTINUI LA LETTURA di QUESTO COMUNICATO!

Cari Amici di LiberaMente,

dopo una primavera piovosa e bizzarra, buona come sfondo naturale per le inchieste del simenoniano Commissario Maigret, riprendiamo gli incontri del SABATO con gli scrittori.

Giusto per stare nell’atmosfera del mitico Commissario vogliamo proporre una “SETTIMANA del GIALLO BRIANZOLO”. Si, avete capito bene, Brianzolo!, non solo perché i due scrittori che interverranno sono nati e vivono in Brianza: ERMINIO BONANOMI di Merate e ENRICO RIGAMONTI di Annone, ma perché anche le ambientazioni, i luoghi dove si svolgono le vicende, sono quelle di casa nostra.

Come spesso viene scritto sulle prime pagine dei libri: I personaggi e le situazioni raccontate in questo romanzo sono frutto di fantasia. I luoghi, invece, sono reali.

L’occasione è data dalla recente pubblicazione dei loro ultimi libri

SABATO 26 GIUGNO ore 17:00

Erminio Bonanomi presenta il libro “L’IMBALSAMATORE” ed. BELLAVITE

SABATO 03 LUGLIO ore 17:00

Enrico Rigamonti presenta il libro “LA VERITA’ PARALLELA” ed. ALBATROS


Erminio Bonanomi è nato a Merate (LC) nel 1968. Lavora nel campo della ristorazione e dedica parte del proprio tempo alla scrittura. Ha pubblicato numerosi libri, tra cui: Parole al muro (Bellavite editore), Traghetti sull’Adda (Marna edizioni), La carta d’identità di Gesù (A.car edizioni), Il Codice Gioconda (Fede e Cultura), L’ultimo desiderio (A.car edizioni).

L’IMBALSAMATORE

Merate, un’amena cittadina nel cuore della Brianza. All’alba di un giorno di marzo, una terribile scoperta attende il maresciallo dei Carabinieri Martin Zagato: il cadavere di una giovane donna legato ad un albero e vestito con candido abito da sposa. Non solo, da un primo accertamento emerge anche che il corpo della ragazza è stato sottoposto ad un macabro procedimento di imbalsamazione.

Seguiranno altre vittime, condannate a subire lo stesso rituale. Per la stampa, il serial killer, diventa “L’Imbalsamatore”.


Enrico Rigamonti è nato nel 1960 ad Annone di Brianza, dove vive. Svolge la professione di avvocato a Lecco. Per i tipi del Gruppo Albatros Il Filo ha già pubblicato i romanzi Delitto nella radura (2006) e Le certezze dell’evidenza (2007). Nel 2008 è uscito inoltre il racconto storico fantastico Terra, Passione, Avventura, Enigma – Vita di Giovanni da Annone.

LA VERITÀ PARALLELA

Dopo la condanna all’ergastolo di Olimpia Bruna Giacobetti, il suo difensore, l’avvocato Panfridevoli, si trova coinvolto in una serie di delitti che sembrano riportare, in un modo o nell’altro, tutti alla sua assistita. Non solo: egli stesso, il miglior penalista della città, è accusato dal pubblico ministero di essere fortemente coinvolto in loschi giri di denaro e potere. Una catena di misteri che sembra non volersi concludere e, soprattutto, che gli inquirenti non riescono a sciogliere. Molte le ipotesi, di volta in volta smentite dai fatti, da nuove morti e ambigui testimoni. Alla fine, però, la verità viene a galla…o almeno sembra. E se non fosse andata così? Se esistesse una verità parallela, evidente nei fatti ma difficile da provare?

Nei suoi precedenti romanzi, Rigamonti ci ha abituati a trame avvincenti e ricche di inaspettati colpi di scena; con “La Verità Parallela” l’avvocato di Annone si spinge ancora oltre, accompagnandoci con competenza nelle aule giudiziarie e riservandoci in esse un posto privilegiato.


GIUGNO 2010 - Mostra di BRUNO CORTI "LIBERI TUTTI"




La Libreria LiberaMente ospita per tutto il mese di GIUGNO la mostra "LIBERI TUTTI".
Sono i "pannelli" di BRUNO CORTI di Sala al Barro (LC).
Allestimenti artistici di arredamento, dipinti in acrilico e pastelli a cera.

Sabato 12 Giugno - NADIA RIVA e "LA TARTARUGA RITA FUGGE"


Sabato 12 Giugno, ore 16:00 presso la Libreria LiberaMente, la "mamma-scrittrice" NADIA RIVA incontrerà i piccoli lettori e racconterà le sue storie.
L'occasione è data dalla pubblicazione di una delle sue fantastiche storie: LA TARTARUGA RITA FUGGE ed. EdiGiò
Nadia Riva è nata nel 1970 a Castello di Brianza (LC) dove anche risiede.
I 2 figli Christian e Ilaria sono stati la "musa ispiratrice", il fattore principale che l'ha fatta diventare scrittrice di racconti per bambini.
Christian, in particolare, non è mai stato un bambino amante del sonno, per cui nelle lunghe notti in bianco - dice Nadia - cercavo di farlo addormentare raccontandogli tante favole e racconti. Le favole conosciute però non erano mai sufficienti, così ho iniziato a raccontare storie inventate da me, improvvisate, con interpreti a richiesta.
Le storie di Nadia erano legate alla natura e agli animali. Raccontava una storia sul merlo, o sulla formica, o sull'ape, o sulla pecora e così via.
Ilaria non ha avuto problemi di sonno ma le storie la sua mamma ha continuato a raccontarle.
Crescendo i due bambini hanno conosciuto il mondo dei libri ed un giorno Christian ha chiesto:"Mamma, le tue storie in quale libro le troviamo?"
Da qui l'idea di pubblicare le storie trasformando una mamma in scrittrice!