MARIO MELAZZINI




Un medico, un malato, un uomo
. Come la malattia che mi uccide mi ha insegnato a vivere

IL LIBRO

Un medico di successo, una bella famiglia, una forma fisica da far invidia. Nel febbraio del 2002 Mario Melazzini pensa di essere un uomo realizzato. Ma quando sale in bicicletta per il suo allenamento quotidiano capisce che qualcosa non va. Il piede sinistro non risponde, il corpo gli disubbidisce. Comincia così il calvario della malattia. Ci vuole un anno per avere la diagnosi: è SLA, sclerosi laterale amiotrofica, una patologia degenerativa con la quale, mediamente, non si vive più di tre anni.
Il medico diventa malato e incontra sul suo cammino la sofferenza, la depressione, la paura, il desiderio di farla finita prima di finire come un vegetale. Ma poi reagisce. Capisce che la vita può essere ricca e interessante, nonostante la malattia. Anzi, anche «grazie» a essa.
La sua stessa professione acquista una nuova profondità. Ora, infatti, Mario vede le cose «dall’altra parte». Entra in contatto con decine di persone fragili e in compagnia di un cantautore famoso e di una badante rumena incomincia la sua più grande battaglia: quella contro la solitudine e l’abbandono che spesso accompagnano le patologie più gravi, contro quel sentimento di esclusione e di insignificanza che prima o dopo coglie tutti coloro che soffrono di handicap invalidanti. Adesso non vuole più morire, ma «godere ogni minuto del miracolo di essere vivo».

L'AUTORE

MARIO MELAZZINI (Pavia, 1958) è direttore dell’Unità operativa di Day Hospital Oncologico della Fondazione Maugeri IRCCS di Pavia. È affetto da sclerosi laterale amiotrofica e ricopre la carica di presidente nazionale dell’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica). È direttore scientifico del centro clinico Nemo della Fondazione Serena Azienda Ospedaliera Niguarda per la ricerca e la cura delle malattie neuromuscolari. Collabora inoltre con il centro ricerche «Sclerosi Laterale Amiotrofica» della Fondazione Maugeri.

MARCO PIAZZA, giornalista, è nato e vive a Roma. Ha lavorato per «Paese Sera», «La Sicilia», «Vita» e collabora attualmente con «Newton» e «Metro». È stato obiettore di coscienza e volontario dell’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare. Dal 2005 è responsabile della comunicazione della Fondazione Telethon.

LIBERI DI VIVERE- VENERDI 18 APRILE


Stiamo preparando l'iniziativa di VENERDI 18 Aprile che si terrà al PalaOratorio di Oggiono alle ore 20:30. Il titolo è LIBERI DI VIVERE-Malati testimoni di speranza.
Si parlerà di una malattia che si chiama Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA).
E' una malattia neurologica poco conosciuta. La più grave fra le malattie che colpiscono i motoneuroni, ovvero le cellule nervose del cervello e del midollo spinale che controllano i muscoli.
Colpisce uomini e donne adulti, spesso sportivi. E' venuta drammaticamente alla ribalta perchè è stata contratta in particolare da calciatori e ciclisti famosi.
Spesso questi malati non ricevono terapie adeguate. Solo conoscendola (la SLA) si può sperare di garantire un aiuto concreto ai pazienti e alle loro famiglie.
Lo spunto per parlarne sarà la presenza del dottor MARIO MELAZZINI, primario oncologo dell'ospedale di Pavia, presidente AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), autore del libro "UN MEDICO, UN MALATO, UN UOMO". Mario Melazzini è anche un testimone coraggioso perchè da circa 4 anni ha contratto questa malattia che ora lo costringe su una carrozzina.
Alla serata parteciperà anche MASSIMO PANDOLFI, giornalista del RESTO DEL CARLINO e scrittore. E' l'autore del libro "L'INGUARIBILE VOGLIA DI VIVERE"-Malati testimoni di speranza.
Se volete potete vedere alcune immagini del film "UN INGUARIBILE AMORE" di Giovanni Covini. Non servono altre parole, bastano queste immagini.

video

Calendario Iniziative

04/01/08 ore 22:30 Harry Potter 7 presentazione
24/01/08
ore 21:00 Corso di degustazione vino 1
31/01/08
ore 21:00 Corso di degustazione vino 2
01/02-28/02
Roberto Marchesini mostra personale "SEGNI"
01/02/08
ore 21:00 Fabrizio Redaelli lettura "LA DOMANDA SU MOZART"(giornata della memoria)
07/02/08
ore 21:00 Corso di degustazione vino 3
16/02/08
ore 16:00 Renato Franchi e Dario Bertini tributo a DE ANDRE’
21/02/08
ore 21:00 Corso di degustazione vino 4
26/02/08
ore 21:00 Claudio Besana e Angelo Rigamonti "GRANDI MONTAGNE MA NON SOLO"
01/03-28/03
Tonino Melchiorre mostra personale "TRA L'ACQUA E IL FUOCO"
01/03/08
ore 16:00 Le Scarlattine teatro rappresentazione teatrale
06/03/08
ore 21:00 Corso di degustazione vino 5
13/03/08
ore 21:00 Piero Rigamonti "BONNIE SCOTLAND"
27/03/08
ore 21:00 Piero Rigamonti "IL MIO GIRO D'ITALIA"
03/04/08 ore 21:00 Piero Rigamonti "TUTTI I PASSI DELLE ALPI"
05/04-30/04 Giuseppe Aldeghi (Alpe) mostra personale
11/04/08
ore 20:45
Roberto Colombo "NOI RESPONSABILI DELLE NOSTRE MALATTIE E MALESSERE"
18/04/08
ore 20:30 Mario Melazzini e Massimo Pandolfi “INGUARIBILE VOGLIA DI VIVERE”
25/04/08 ore 21:00 Gianluca Alzati “CON GLI OCCHI DI...-La letteratura della RESISTENZA”
07/05/08 ore 20:45 Mario Rusca “AL DAVANZALE DEL TEMPO”
09/05/08 ore 20:45 Luciano Lutring “CATENE SPEZZATE”
14/05/08 ore 10:30 Giangiulio Ambrosini LA COSTITUZIONE SPIEGATA A MIA FIGLIA”
22/05/08 ore 20:45 Michela Caelli presentazione di“EFT Emotional Freedom Techniques


GIOVEDI 27 MARZO ore 20:30

IL MIO GIRO D’ITALIA

in 83 tappe


Ovvero, spostarsi in bicicletta alla scoperta del mondo in solitaria.

Giro perimetrale su due ruote di un’Italia a volte sconosciuta, sempre affascinante, seguendo le coste da Ventimiglia a Trieste…isole comprese. E ritorno a casa!

In compagnia del CICLO-TURISTA oggionese PIERO RIGAMONTI.



MESE DI MARZO: Espone per tutto il mese di marzo il pittore Tonino Melchiorre con la mostra personale “TRA L’ACQUA E IL FUOCO”.


Libri per Ragazzi




IL REAME PERDUTO di Geronimo Stilton ed. Piemme

Contenuto:
Il libro:
Ci fu un tempo assai lontano in cui il Regno della Fantasia era abitato da molti popoli che vivevano in pace e in armonia. Per tenere viva l'amicizia tra tutte le genti, le fate collocarono in ogni reame un Portale, un passaggio per trasportare gli abitanti nelle immense terre del Regno. Ma le streghe cercarono di approfi ttarne, tramando nell'oscurità. Nessuno si accorse di ciò che stava accadendo, fi nché non fu troppo tardi e numerosi reami, tra cui quello degli Elfi Boschivi, furono assoggettati all'Oscuro Potere. Fu così che iniziò la storia del Reame Perduto. Gli Elfi dei Boschi, mentre soccombevano sotto il giogo della Nera Regina, riuscirono a far fuggire Audace, il prescelto. Audace era solo un bambino quando giunse nel regno degli Elfi Stellati, dove fu accolto dall'astronomo Eridanus e dai suoi fi gli, Regulus e Spica. Nel suo quindicesimo compleanno, nell'anno della Stella Fulgente, scoprì il mistero che circondava il Portale e il Reame da cui proveniva. E decise di andare incontro al proprio destino...
Geronimo Stilton, l'autore di libri per ragazzi che ha conquistato le classifiche di tutto il mondo, presenta un nuovo genere fantasy. Per la prima volta, infatti, non racconta più le avventure del mondo dei topi, ma diventa autore di romanzi rivolti a un pubblico più ampio e trasversale: in questo modo Geronimo conquisterà il suo classico pubblico di affezionati, ma anche quello dei più grandi (dai 10 anni in su) e degli appassionati di fantasy.

GLI OCCHI DI ELISHA di Timothée de Flombelle ed. San Paolo

Contenuto:
Il mondo di Tobia corre un pericolo gravissimo! La grande quercia è ferita a morte da un cratere scavato nel legno, che ne rode il cuore. Muschi e licheni hanno invaso i rami e prendono il sopravvento. Leo Blue tiranneggia le Cime ed Elisha è sua prigioniera. Gli abitanti dell'albero sono terrorizzati. Gli Spelati sono prede a cui si dà la caccia senza pietà. Tuttavia, in assoluta clandestinità, Tobia Lolness non si dà per vinto e combatte. Per fortuna, anche se non lo sa, non è da solo. Nel cuore dell'inverno, la resistenza si organizza. Riuscirà Tobia a liberare i suoi e a salvare il fragile mondo in cui vive? E, soprattutto, ritroverà la sua Elisha? Nel cuore di un indimenticabile mondo in miniatura, il secondo e ultimo volume di un romanzo d'avventura, amicizia e amore. Età di lettura: da 9 anni.

FRA IL CUORE E LE STELLE di Chicco Sfrondino/Luca Zanforlin ed. Mondatori

Contenuto:
Mattia ha vinto "Amici". E si risveglia felice e frastornato, immerso nel sogno fino al collo. Ma adesso c'è la vita da affrontare. C'è il successo che esalta e stordisce, che stanca e talvolta delude. C'è che certi giorni vorresti solo chiuderti in una stanza con Giada e "muoia sotto un tram / più o meno tutto il mondo". C'è Giada, appunto e soprattutto, e la voglia e la paura di far diventare adulto il vostro amore, di entrare insieme a lei nel tubo di SuperMario e skippare di livello. E c'è anche la domanda che non se ne vuole andare dalla testa: amo lei o sono soltanto innamorato dell'amore? C'è la passione per la danza che ti pulsa sotto pelle e che ti prende a schiaffi ogni volta che minacci di tradirla. Ci sono le cose che succedono, che se ne fregano di te e accadono comunque. C'è "Amici", con i nuovi ragazzi della scuola, e fa così strano trovarsi in mezzo a loro. C'è la voglia e la condanna di diventare grandi, di dover fare delle scelte importanti: l'amore o la carriera, il cuore o le stelle? "Fra il cuore e le stelle" è il seguito di "A un passo dal sogno", il romanzo che ha conquistato i giovani lettori di tutta Italia. Anche qui ci si emoziona, si ride, si sogna. Anche qui realtà e fantasia, fatti accaduti veramente dentro la scuola e avventure da romanzo si mixano in un cocktail che fa girare piacevolmente la testa. Anche qui si arriva in fondo senza fermarsi mai, come in una sfida di danza durante la finale.

IL MISTERO DEGLI ELFI di Geronimo Stilton ed. Piemme

Contenuto:
Dopo una frenetica giornata di lavoro, Geronimo sta uscendo dall'Eco del Roditore quando arriva nonno Torquato: è passato a controllare che il nipote stia lavorando, altrimenti tornerà lui a dirigere il giornale! A queste parole il poveretto si rimette alla scrivania e si tuffa ancora nel lavoro: montagne di contratti da firmare, manoscritti da leggere, lettere cui rispondere, articoli da scrivere... Dopo così tante ore di durissimo lavoro, però, Geronimo si addormenta sulla scrivania e improvvisamente si ritrova in una fabbrica di giocattoli al Polo Nord! Ad accoglierlo c'è Gucchio, un elfo un po' burbero che si diverte a fare dispetti al nuovo arrivato. Ma una misteriosa sorpresa attende quella notte Geronimo... Che cosa, o meglio, chi poteva essere? Non lo immaginereste mai...

Giovedì 13/03 ore 20:30 - BONNIE SCOTLAND




Cari Amici. Continua la serie di incontri in Libreria LiberaMente con tema il viaggio. Siamo partiti con un viaggio in musica ricordando De Andrè. La scorsa settimana abbiamo presentato la spedizione sportivo-umanitaria nel nord del Pakistan degli alpinisti del CAI di Molteno e di Asso. Giovedì prossimo l’oggionese Piero Rigamonti presenterà uno dei suoi viaggi in solitaria con la bicicletta. Immagini mozzafiato, strade sconosciute e il racconto appassionato della Scozia vista da un “romantico” solitario pedalatore. La mitica bicicletta di Piero con l’inseparabile carrellino saranno esposti in vetrina da SABATO 8 Marzo.



Bonnie Scotland e' una espressione dialettale che per gli scozzesi equivale all'inglese "Beautiful Scotland", (e si'... insomma, anche all'espressione "Bella Italia" o "Bel Paese", che a nostra volta riserviamo alla nostra patria).
Dice tutto, in particolare dice come mai tanta gente si rechi, e sovente ritorni, in questo paese unico, sfidando ogni volta che vi mette piede la pioggia, il freddo, il vento e... i moscerini!


Sarà presente il CICLO-TURISTA oggionese PIERO RIGAMONTI che ci mostrerà le immagini della sua avventura scozzese e racconterà la sua filosofia di turista solitario su due ruote.

Classifica di LiberaMente

Qui in cielo meno angeli e più stelle
LUCIANO GENTA
(fonte: Tuttolibri, in edicola sabato 18 giugno)


Anche qui i dati parlano chiaro: stravince Camilleri e porta il valore dei 100 punti, nel nostro campione di sole librerie, ancora più in alto, sopra le 28 mila copie. Ma è praticamente solo. Se fissiamo un quorum dei bestseller ad almeno 5000 copie la settimana, lo superano appena altri tre autori: Zafón, la Cornwell e la Diffenbaugh. Poi è una progressiva corsa in discesa. Non è una stagione brillante per le casse di librai ed editori, il mercato ristagna. Nella tabella dei primi 10 ci sono 9 conferme e un solo cambio: scendono gli angeli pasticcioni della Trussoni e salgono le stelle di Calabresi, un libro che sembra fatto apposta per incitare a resistere e insistere quei giovani precari definiti «l’Italia peggiore» dal ministro Brunetta. Il quale forse non ha ancora avuto modo di leggerlo. Del resto, come dice un nostro amico che è amico di Crozza, «Brunetta non è all’altezza di Calabresi». Nella narrativa italiana, assoluta invisibilità per le cinquine designate da Strega e Campiello: si vedrà nella seconda metà di luglio (e poi a settembre) se e quanto scatterà l’effetto premio. Finora l’unico titolo in gara apparso nelle settimane scorse nelle nostre tabelle è La vita accanto di Maria Pia Veladiano, mentre il primo degli esclusi dalla finale del Ninfeo di valle Giulia, Nel mare ci sono i coccodrilli di Geda resiste da 59 settimane (questo sabato è 13°). Nella narrativa straniera si affaccia Il gabbiano di Marai, scritto subito dopo Le braci, quasi un remake, con un triangolo, un uomo e due donne, l’una la copia (la resurrezione) dell’altra, un amore negato e perduto, rimpianto e forse ritrovato. Possono valere per Marai - ed anche per noi, giunti forse alle ultime pagine del «romanzo criminale» che via via i giornali ci stanno raccontando - i versi di Landolfi raccolti da Adelphi in Viola di morte: «...Quando una mano benigna/ Ci pulirà l’anima,/ E qualcuno dirà. “Ora siete/ Novellamente nuovi;/Guardiamo come farete/ A insudiciarvi daccapo”».

Ultime Novità


LA TANA DEGLI ALBERIBELLI
di Marino Magliani
La città di Santaleula vista dal mare sembra un galleggiante che appare e scompare e che qualche pescecane sta per divorare. Siamo in Liguria, nelle Terre di Ponente. È qui che un Bureau antifrode europeo ha mandato un suo agente, Jan Martin Van der Linden, a investigare sui fondi dirottati per costruire un porto turistico, che si annuncia il più grande del Mediterraneo. Un raffinato sistema di scatole cinesi che copre manovre finanziarie illecite. Un boccone che fa gola a molti.
Dopo la morte dell’agente con cui Jan Martin comunicava in segreto, l’ordine è: attendere e continuare il lavoro che gli serve da copertura, la ricerca di un oggetto abbandonato da due disertori nella battaglia di Marengo. Ma Jan Martin non obbedisce e scoprirà invece che l’area carsica in cui sta compiendo le sue ricerche nasconde ben altri segreti. Nella Tana degli Alberibelli, un partigiano cattolico di nome Iliev, prima di essere ucciso, ha lasciato strani segni che nessuno finora è riuscito a decifrare. Ma cosa c’entra tutto questo con il porto turistico e il suo collega morto? E chi è la donna misteriosa di cui parlano i vecchi in paese? Intanto qualcuno lo segue a bordo di una Volvo bianca, mentre fotografie compromettenti spariscono e una piccola testa di legno viene lasciata davanti alla sua porta...